ALTRI ANIMALI

LA CAVALLA SELVA

Sebbene la nostra Associazione si attivi prevalentemente in ambito cinofilo, e pertanto accudisca in via pressoché esclusiva i cani abbandonati - provenienti da canili inadeguati o da maltrattamento - succede di imbattersi in casi eccezionali come quello che stiamo per raccontarvi. Poiché lo statuto della nostra Onlus prevede la protezione e la tutela degli animali e dell'ambiente, non ci siamo sottratti - e prevediamo di non farlo in futuro! - ad offrire aiuto ad altre specie animali che necessitino di intervento e accudimento.

Ovviamente, ciò può verificarsi soltanto qualora si prevedano soluzioni ambientali e di benessere animale consone e soddisfacenti, ed i volontari della nostra sede o delle nostre delegazioni provvedano ad occuparsi di seguire l'animale.

Ma veniamo a Selva, la cui triste storia dall'epilogo felice viene seguita dalla nostra sede di Trento e Provincia.

LA STORIA...

A luglio 2015 Selva, la cavalla, è stato il nuovo specialissimo ingresso nel gruppo di animali protetto dalla nostra associazione. Lei, figlia del vento, ha un'età indefinita fra i 25 e i 30 anni: è una cavalla bianca e magra, e ora si gode una vecchiaia tranquilla. Ma per molti anni è vissuta in una condizione terribile, rinchiusa in un capanno molto piccolo, malnutrita, senza conoscere altri cavalli, soggetta al maltrattamento da parte del suo precedente proprietario, un uomo trentino, fino a che la forestale di Trento è venuta a conoscenza di lei e l'ha tratta in salvo, sequestrandola. Dopo un decreto di condanna penale comminato al suo maltrattatore dal Tribunale di Trento, ci ha pensato Legambiente di Trento (con cui intratteniamo un ottimo rapporto) a regalarle la salvezza, grazie alla fattiva collaborazione del comandante della Stazione forestale del capoluogo, Christian Tabarelli e dei suoi uomini. Altrimenti Selva sarebbe finita all'asta e probabilmente avrebbe concluso i suoi giorni tristi sfruttata presso qualche maneggio o usata per manipolazioni spesso di dubbia accettabilità nella pet therapy, o chissà come e dove.

L'ADOZIONE DI SELVA

Insieme al direttivo di Legambiente, del quale faceva parte fino a poco tempo fa la nostra Delegata di Trento come responsabile del Settore Animali e Fauna, abbiamo deciso di adottare Selva, perché la nostra associazione ha maggiore esperienza nel rescue degli animali e nelle pratiche di finanziamento sociale dei loro bisogni, e anche perché il Settore Animali di Legambiente si trovava in una fase di ristrutturazione. Il passaggio di intestazione è avvenuto immediatamente.

FILOSOFIA COMUNE

L'accordo stipulato con Legambiente prevede un'assonanza di filosofia tra le due associazioni: Selva non dovrà mai subire sfruttamento e uso da parte di nessuno. Ha già sofferto e subito abbastanza, per anni. Ovviamente lei è registrata in anagrafe equidi come animale “non DPA”, ovvero mai macellabile. La scelta del Cercapadrone e prima di Legambiente, è stata di evitare alla cavalla qualsiasi forma di sfruttamento e uso, quindi Selva non sarà soggetta a doma né a monta né ad altre attività impostele dall''uomo.

SELVA OGGI

Oggi Selva è felicemente accudita da Monica Fedel e dallo staff della ASD Il sogno Cheyenne, che gestisce una fattoria didattica a Miola di Pinè. In Piné Selva può vivere in pace insieme ad altri cavalli, asini, maiali, galline, anatre, cani, mucche. Molti dei compagni di vita di Selva al rifugio sono stati salvati dal macello. Viene seguita dqlla nostra delegata di Trento, Maddalena Di Tolla Deflorian, che é spesso presente in fattoria. Ci teniamo a sottolineare l'impegno degli agenti forestali di Trento, che in questo caso hanno saputo correttamente intervenire sul maltrattamento e dialogare con un'associazione nel post-sequestro. D'altra parte vogliamo ricordare a tutti quanto i cavalli siano animali sfruttati e abusati, animali – emblema del dominio dell'uomo sugli altri viventi, animali spesso ridotti a macchine. Abbiamo visto Selva re-imparare a essere cavalla, a dialogare con altri cavalli, alla fine anche a rotolarsi nella terra, come ogni cavallo ama fare. Abbiamo visto anche che ha imparato a riconoscere negli umani individui che con lei possono interagire sulla base di empatia e rispetto. Ci siamo emozionati. Speriamo che succeda ancora.


 
 
 
 

Per contribuire al mantenimento di Selva con una donazione con causale "donazione cavalla Selva":

Avvisateci via mail della vostra donazione, alla mail trento@ilcercapadroneonlus.it


Aggiornamento del 18 marzo 2016:

I CAVALLI DAVVERO FELICI SI ROTOLANO NELLA TERRA: ECCO SELVA!

La nostra anziana cavalla Selva (quella bianca dei due) si rotola felice, nel video insieme al cavallo scuro, Tago, suo compagno di vita. I veri cavalli si rotolano nella terra. Ma Selva per lungo tempo non era fisicamente in grado di farlo. In sottofondo, quindi, le urla di gioia della nostra Delegata locale, Maddalena, che aspettava da tempo una gioia così grande!


Aggiornamento del 28 luglio 2016:

La nostra anzianissima meraviglia sta benone, è ingrassata ancora un pochino, sta migliorando nel lasciarsi gestire, anche se ancora non accetta di buon grado la manutenzione delle unghie, che per i cavalli sono importantissime. Selva ogni volta ci concede qualcosa in più, ed ogni conquista con un cavallo ha un sapore diverso. Sono animali misteriosi, intelligentissimi, sensibilissimi. Lei e il compagno Tago si adorano. E poi ci sono le amiche: la maialina Pancetta e la pecora Carmela.